Migliaia di messaggi chiedono ad Obama libertà per i Cinque cubani

Pubblicato il da 5eroicubani

Da Prensa Latina in Italiano

Washington, 5 set (Prensa Latina) Migliaia di messaggi arriveranno oggi alla Casa Bianca con la richiesta di libertà per tre dei Cinque cubani che il prossimo 12 settembre compieranno 16 anni nelle prigioni degli Stati Uniti.


La proposta vorrebbe che gli amici della causa dei Cinque, come sono conosciuti Gerardo Hernandez, Ramon Labañino, Antonio Guerrero, Fernando Gonzalez e Renè Gonzalez, si comunichino col presidente Barack Obama per posta, via elettronica, per telefono o via fax.

I solleciti sono inviati alla magione esecutiva continuamente tutti i giorni 5 di ogni mese, come parte della solidarietà costante e crescente con questi cubani, commentano gli attivisti.

In questa occasione il 5 per i 5 si inserisce anche nel contesto generale di un’appena iniziata giornata internazionale contro il terrorismo ed a beneficio della scarcerazione di Gerardo, Ramon ed Antonio.

Una delle personalità che questo 5 settembre hanno espresso il suo desiderio di una soluzione definitiva al caso è il professore Felix Kury, del Dipartimento degli Studi Latini nell'Università Statale di San Francisco, in California.

Kury ha scritto una lettera ad Obama nella quale lo sollecita ad usare il potere della sua firma per commutare le pene dei tre lottatori insulari.

L'accademico ha definito ingiustificato tale incarceramento ed ha ricordato al mandatario che durante il suo soggiorno in territorio statunitense loro hanno prevenuto atti terroristi contro il popolo cubano.

La giornata internazionale contro il terrorismo e per la libertà di Gerardo, Ramon ed Antonio si estenderà fino al prossimo 6 ottobre, con azioni programmate in più di 40 paesi.

Ig/dfm

Migliaia di messaggi chiedono ad Obama libertà per i Cinque cubani
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post